Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Home Articles I Cuccioli 3
I Cuccioli 3

Veronesi Simona

La madre allatta i suoi piccoli e ben si dispone nei loro confronti. Verso il termine della seduta alimentare la madre diventa attiva e inizia a pulire i piccoli, rigirandoli in modo energico e leccando la zona perineale. Questo riflesso primario è chiamato riflesso perineale. Quest’attività stimola nei piccoli l’emissione di feci e urina. La madre spontaneamente ingerisce deiezioni e minzioni dei piccoli, mantenendo pulita la zona che gravita attorno alla cucciolata. I cuccioli iniziano a controllare le loro attività di evacuazione intorno al ventunesimo / ventottesimo giorno dalla nascita. I cuccioli nella loro attività d’orientamento, sono fortemente influenzati dal tatto e probabilmente stimolati da fattori gustativi, in quanto nascono ciechi, sordi e anosmici. Il gusto è sicuramente ben sviluppato in questo periodo, infatti , se si depongono alcune gocce d’acqua zuccherata nella bocca del cucciolo, si nota un movimento di suzione e successiva deglutizione. Al contrario, se si depongono alcune gocce di limon4e, si nota un raggrinzimento del muso e scialorrea. Nel periodo dalla nascita al decimo / dodicesimo giorno di vita i cuccioli acquistano le prime capacità sensorie . il primo senso che si sviluppa è la vista , che si definisce tra il decimo e il sedicesimo giorno. Verso il decimo/undicesimo giorno i cuccioli iniziano ad aprire gli occhi. Il senso del tatto, perde il suo stato predominante e spariscono i riflessi primari relativi alla ricerca del capezzolo e il riflesso labiale. Tra il ventesimo e il venticinquesimo giorno di vita che si sviluppa nella cucciolata l’orientamento visivo. La crescita è veloce e il sonno si riduce al 60/70% durante la giornata. Nel periodo di sveglia i cuccioli occupano il loro tempo con poppate e attività esplorative. Le capacità uditive si definiscono completamente verso la conclusione del periodo di transizione. Il periodo di transizione e la definizione delle capacità percettive, sensorie, consente ai cuccioli di sviluppare dipendenza affettiva specifica nei confronti della madre, la loro rinnovata sensibilità, introduce i cuccioli a “ subire” il processo di imprinting. La cucciolata memorizza gli odori , la forma del corpo della madre e le espressioni vocali. L’identificazione della madre conduce i cuccioli ad un legame affettivo importante. Solo la presenza della madre riesce a calmare i piccoli e vicino alla madre il cucciolo si sente sicuro di iniziare l’attività esplorativa. In questo periodo che ha inizio nel periodo di transizione fino alla fine del novantesimo giorno i cuccioli capiscono a che specie appartengono, cioè identificano il simile e individuano il pater sociale disponibile. L’isolamento nel periodo sensibile è da considerare una forma di maltrattamento.

cuccioli_5 cuccioli_6

 

 

    enci1                                   fci1